Pianella a Cucciago, tutto fermo

Ma arrivano i soldi dei rondò

Dei lavori annunciati dalla Pallacanestro Cantù per l’estate scorsa non c’è traccia, da Regione e Stato 470mila euro di contributo al progetto viabilistico legato all’ampliamento

Pianella a Cucciago, tutto fermo Ma arrivano i soldi dei rondò
Le attuali condizioni in cui versa il palazzetto dello sport di Cucciago

Proprio mentre le erbacce e i primi rifiuti cominciano a comparire sull’area dove tutto, da mesi, è fermo, arrivano 470mila euro in finanziamenti pubblici. I lavori per l’ampliamento del palazzetto Pianella, casa - prima del trasferimento a Desio - della Pallacanestro Cantù, dovevano partire l’estate scorsa.

E invece, niente. Se non altro, le due rotatorie previste sulla strada provinciale tra Cantù e Fino, progettate anche per sostenere un maggior numero di spettatori per il Pianella, sono state in queste ore già finanziate dal Patto per la Lombardia, l’accordo tra Regione Lombardia e Stato a favore delle opere per il territorio. Con un bel mezzo milione di euro.

Per il momento, all’orizzonte, a parte le lamiere a rischio ruggine, del Nuovo Pianella non c’è nulla di nulla. Ad ogni modo, resta pur vero che le due rotatorie servono a dare maggiore sicurezza su una strada segnata da incidenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}