Posteggi per disabili a Mariano  Sono ritornati i furbetti
Un furbetto all’Iperal (Foto by De Agostini)

Posteggi per disabili a Mariano

Sono ritornati i furbetti

Controllo a distanza di mesi: pizzicati fuori dal supermercato e dall’ospedale. Ada Orsatti (Associazione italiana lotta abusi): «Diverse le segnalazioni di casi qui in città»

A Mariano sono tornati i furbetti dei parcheggi per disabili. A un anno di distanza dai ripetuti casi di abusi nei posti auto riservati, ecco che rispuntano due episodi in luoghi già intensamente interessati dal fenomeno: l’esterno dell’ospedale Felice Villa e il supermercato Iperal. E c’è anche chi denuncia il caso di invalidi scalzati da automobilisti indisciplinati, costretti a rinunciare a visite mediche a causa della maleducazione altrui.

Per rendersi contro della situazione bastava farsi un giro in città ieri mattina. In via Isonzo, appena al di fuori dell’ospedale, una macchina era parcheggiata nel posto disabili. Ma non recava il contrassegno. Pochi metri più in là, nel vicino posto auto riservato, parcheggiava un’altra auto senza tagliando, ma i guidatori, appena si sono accorti dell’infrazione, hanno spostato subito il mezzo.

L’altra zona calda, dove nei mesi scorsi si sono registrati diversi abusi, è quella vicina alla stazione ferroviaria. E di fronte al supermercato Iperal di via XX Settembre, ecco un’altra vettura parcheggiata nel posto disabili senza il tagliando.

Ada Orsatti è la presidente di Aila (Associazione italiana lotta abusi) e attivista della pagina Facebook “Fotografa l’impostore”, che denuncia i casi di automobilisti indisciplinati. «Abbiamo avuto diverse segnalazioni anche da Mariano - spiega Orsatti - In particolare, una signora mi ha raccontato le sue difficoltà ad accompagnare la madre disabile per una visita in ospedale».

Altri dettagli sul numero in edicola giovedì 4 febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA