Prince, dal Gambia al San Michele  «Realizzo un sogno: tornare in campo»
Da sinistra il presidente del San Michele, Marcello Martinez, Prince e il vice presidente Roberto Bellasio

Prince, dal Gambia al San Michele

«Realizzo un sogno: tornare in campo»

Appena arrivato ha chiesto se poteva giocare a calcio

Dalla seconda serie africana al Csi a undici

Prince è un giovane profugo proveniente dal Gambia. Stasera realizza il primo sogno da quando è sbarcato in Italia: firmerà l’iscrizione e parteciperà al primo allenamento con la sua nuova società, l’Asd San Michele.

Il ventenne africano è ospite, insieme ad altri cinque connazionali, in un appartamento nella casa parrocchiale, dove oggi vive il prevosto emerito monsignor Lino Cerutti, a pochi passi dalla mensa di solidarietà, struttura dove possono consumare i pasti giornalieri.

Fin dal suo arrivo a Cantù aveva espresso la volontà di poter giocare a calcio, il suo sport preferito.

Nel suo paese natale, infatti, giocava come centrocampista centrale in Seconda Serie, dice di ispirarsi a James Rodriguez del Real Madrid, anche se tifa Milan e il suo idolo è Pato.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA