Rubano anche le foto dei defunti  Al cimitero arrivano le telecamere
La collocazione delle telecamere e i loro angoli di ripresa

Rubano anche le foto dei defunti

Al cimitero arrivano le telecamere

A Cucciago pure le cornici fanno gola, mentre nel parco si scatenano un’altra volta i vandali

Le foto dei defunti, con relative cornici, sparite dalle tombe. Più in generale: furti all’interno del cimitero, con i ladri che rubano anche vasi in rame e fiori. E poi, i vandali appena fuori, nel parco esterno di via Cantù. Due fenomeni intollerabili per il sindaco Claudio Meroni. Sono cinque le videocamere che, a breve, arriveranno a guardia delle due aree.

È questo uno dei punti all’attenzione in questo inizio d’anno da parte della Giunta di Alleanza Popolare, la lista civica che governa il paese. Determinata ad attuare un valido deterrente contro furti e vandalismi.

E quindi, la realizzazione, in questi ultimi mesi di mandato amministrativo, di un impianto di videosorveglianza sul cimitero e sul vicino parco pubblico. «È un’iniziativa che fondamentalmente nasce dalla segnalazione di alcuni cittadini, che purtroppo hanno subìto dei furti all’interno del cimitero - spiega il sindaco Meroni - L’idea delle videocamere parte da questo».

Negli scorsi giorni, nelle intemperanze tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, nel parco esterno è stata distrutta una panchina: la seduta è stata sfasciata. «Il parco, a periodi alterni, è oggetto di atti di vandalismo - ricorda il sindaco Meroni - ci sono dei ragazzi che si ritrovano. Una panchina è stata vandalizzata».


© RIPRODUZIONE RISERVATA