Rubate le biciclette a due fratellini  «Piangevano disperati, che rabbia»
Via Sempione, dove sono state rubate le due biciclettine da bimbo

Rubate le biciclette a due fratellini

«Piangevano disperati, che rabbia»

Il papà: «Un gesto meschino, come si fa? Loro mi dicevano: “Quello è un mostro”». «Per ricomprarle ho speso 180 euro. Ma ora le cercherò, mi guarderò intorno per ritrovarle»

I ladri sono arrivati a rubare due bici da bimbo, a due fratellini di 3 e 4 anni. Che con quelle bici vanno all’asilo. Tutti e due, il giorno dopo, sono scoppiati in lacrime per quanto accaduto. Uno di loro, con parole da bimbo, se n’è uscito con una domanda: «Ma chi è il mostro che fa una cosa del genere?».

I mostri in questione, con sembianze, come ben possono immaginare gli adulti, molto umane, sono entrati di notte, scavalcando il cancello. E poi si sono presi le biciclettine.

«Un gesto meschino - racconta il papà - dovranno fare i conti con la propria coscienza. Non ci spero, ma se volessero far ritrovare in qualche modo le bici, noi siamo qui». Intanto, il papà ha speso 180 euro per comprare due bici nuove di zecca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA