Salvini a Cantù: «Droga,
operazione a tappeto»

Il ministro dell’Interno. «Città per città, paese per paese. Spero che nessuno dei 5 Stelle parli più di legalizzazione»

Salvini a Cantù: «Droga, operazione a tappeto»
Comizio di Matteo Salvini, ministro dell'Interno, Lega, a sostegno di Alice Galbiati, candidato sindaco a Cantù per il centrodestra
(Foto di Christian Galimberti)

Stiamo preparando una operazione a tappeto» in tutta Italia «città per città, Paese per Paese per andare a prendere gli spacciatori di morte”: lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini a un incontro elettorale a Cantù a sostegno della candidata di centrodestra, Alice Galbiati.

«Sarebbe utile che certi politici non dicano più che la droga non fa tanto male» ha aggiunto indicando come altre priorità del Viminale la lotta alle truffe agli anziani, e ai maltrattamenti agli animali».

«Spero non ci sia più nessun esponente politico nemmeno fra i Cinque Stelle che parli dei legalizzazione, liberalizzazione, distribuzione o Stato spacciatore», aveva detto prima il vicepremier a margine di un comizio a Palazzolo Milanese, aggiungendo che «se dobbiamo legalizzare qualcosa che oggi non è legale in Italia è l’amore, il sesso, la prostituzione. Il sesso non fa male se protetto, la droga sì».

© RIPRODUZIONE RISERVATA