Scoperti con un’arma da guerra  Arrestati dai carabinieri a Cantù
Il fucile mitragliatore con il caricatore sequestrato ieri (Foto by carabinieri)

Scoperti con un’arma da guerra

Arrestati dai carabinieri a Cantù

I militari, notate alcune persone che litigavano in un parcheggio, hanno trovato due italiani in possesso di un fucile mitragliatore con 19 cartucce che era stato rubato in Svizzera

Ieri i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile si sono avvicinati a quattro persone che stavano litigando nel parcheggio dell’Acqua e Sapone. I militari, mentre stavano verificando cosa stesse accadendo, hanno notato che uno di loro stava cercando di disfarsi di qualcosa che stava nascondendo nel bagagliaio di un’auto.

L’oggetto in questione era un fucile mitragliatore marca Sig, modello 500, calibro 5,50, completo di un caricatore con 19 munizioni, perfettamente funzionante e risultato rubato in Svizzera.

Le due persone a bordo dell’auto, due italiani residenti in provincia di Monza e Brianza, dell’età di 44 e 50 anni, sono stati arrestati in flagranza per porto illegale e detenzione di arma da guerra. Entrambi sono stati portati al carcere comasco del Bassone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA