Sì ai camion fino a 40 tonnellate  Cantù, il ponte malato verso la normalità
I lavori al viadotto di Cantù Asnago

Sì ai camion fino a 40 tonnellate

Cantù, il ponte malato verso la normalità

Oggi la Provincia cambia la segnaletica con il raddoppio del limite attuale

E’ la fine di un incubo. Perché le aziende del territorio potranno lavorare con altri carichi di trasporto.

Tra oggi e domani, sul ponte di Cantù Asnago, la Provincia di Como metterà i nuovi cartelli che consentiranno il transito a tutti i veicoli con un peso massimo complessivo di 40 tonnellate: più del doppio delle 19 attuali, a cui si è saliti dopo alcuni carotaggi, per evitare il limite minimo, introdotto per alcuni mesi, e non senza polemiche, di appena 7,5 tonnellate. Ormai, un ricordo lontano.

Sarà un ritorno alla normalità, quindi, per le aziende che ogni giorno spostano carichi pesanti tra l’artigiana e industriale Cantù e la superstrada Milano-Meda. Non solo. La Provincia, nelle prossime settimane, riuscirà a evitare la chiusura della carreggiata per alcuni lavori di rifinitura. Che dovranno avvenire di notte.

I tecnici di Villa Gallia sono così riusciti a scongiurare una seconda chiusura della strada, seppure in questo caso tra il tramonto all’alba, dopo quanto avvenuto a gennaio, non senza disagi per la viabilità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA