Sicurezza, inaugurata  la maxi centrale dei vigili
La presentazione dei sindaci che aderiscono al progetto sicurezza: il sottosegretario Nicola Molteni mentre esamina i monitor

Sicurezza, inaugurata

la maxi centrale dei vigili

Montorfano: al quartier generale della Polizia locale cui fanno capo 7 Comuni

Presente il sottosegretario Molteni: «Un modello di eccellenza»

«Siete davvero un esempio e un modello sul territorio di eccellenza ed efficacia e soprattutto di rete sulla sicurezza». Con queste parole il canturino Nicola Molteni, sottosegretario al Ministero dell’Interno, ha salutato la nascita della nuova centrale operativa della Polizia locale intercomunale, che riunisce sette Comuni: Alzate Brianza, capofila, Alserio, Anzano del Parco, Brenna, Capiago Intimiano, Montorfano e Orsenigo.

Una vera e propria centrale con decine di occhi su tutti i Comuni, che è stata aperta nella sede dell’ex Municipio di Montorfano, in via Brianza, sopra gli uffici postali. Il comando, dove la gente potrà rivolgersi direttamente ai vigili, rimane ad Alzate Brianza, mentre a Montorfano è attivata questa centrale: una sorta di grande occhio alla “Grande Fratello” di orwelliana memoria” che monitora tutto il territorio.

Gli attuali dieci agenti (13 a regime, sono in corso infatti procedure di mobilità), sono guidati dal comandante Mario Ronchetti, che ha fatto gli onori di casa.

La centrale monitora 22 varchi con lettori targhe, tre impianti di controllo infrazioni semaforiche, 80 telecamere di videosorveglianza, oltre alle bodycam e alle fototrappole mobili. Una vera e propria task force che ha il suo cuore nevralgico a Montorfano .

Articoli e fotografie su La Provincia di domenica 7 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA