Sicurezza, Vertemate punta sul drone  E i vigili prendono il “brevetto di volo”
Un drone durante i test eseguiti dalla polizia locale di Cantù (Foto by archivio)

Sicurezza, Vertemate punta sul drone

E i vigili prendono il “brevetto di volo”

Gli agenti hanno conseguito il patentino per manovrare in sicurezza l’apparecchio. Il sindaco: «Lo useremo per sopralluoghi dove vengono segnalati abusi»

Contro chi infrange la legge, d’ora in avanti, arrivano controlli anche dal cielo. L’amministrazione comunale ha fatto conseguire agli agenti della polizia locale il patentino per l’utilizzo del drone.

Prossimi obiettivi, installare un ulteriore varco leggi targa, per arrivare così a controllare tutti i punti d’accesso al paese, e altre telecamere di contesto per controllare i punti sensibili del paese, a partire dal parco pubblico.

E poi si potrà valutare se ci saranno i margini di manovra per assumere un altro agente per la polizia locale. Alla fine dello scorso anno il Comune ha acquistato un drone, tecnologia sempre più utilizzata dai corpi di polizia locale e dalle notevoli potenzialità.

Possono infatti venire impiegati a supporto delle pattuglie che rilevano gli incidenti, con una riduzione dei tempi di intervento e con minore disagio per l’utenza e per il traffico, ma anche per verifiche di tipo ambientale, per individuare abusi edilizi e via elencando. «Abbiamo acquistato questo drone – spiega il sindaco Maurizio Capitani – con l’idea di utilizzarlo per effettuare sopralluoghi dove vengano segnalati abusi».

(Silvia Cattaneo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA