Slot, coprifuoco per 12 Comuni

«No al gioco in fascia protetta»

Bassa Comasca, entro fine anno tutti i sindaci emetteranno l’ordinanza. Macchinette accese fino a mezzogiorno e alla sera, ma si chiude alle 23

Dodici Comuni della Bassa comasca scendono in campo per contrastare il gioco d’azzardo patologico, regolamentando l’utilizzo delle slot tramite un’ordinanza sindacale che definirà gli orari di esercizio dell’attività delle sale gioco e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro, presenti nei bar e ritrovi. Le sale slot potranno essere aperte dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Anche negli altri esercizi commerciali gli apparecchi avranno la possibilità di funzionare nei medesimo orari.

I Comuni che hanno già emesso l’ordinanza o che la pubblicheranno entro fine anno sono: Lomazzo, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Cirimido, Fenegrò, Fino Mornasco, Grandate, Limido Comasco, Locate Varesino. Le nuove regole saranno operative dal gennaio 2018 a Cassina Rizzardi, Rovellasca e Bregnano.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola giovedì 21 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA