Stazione restaurata ma senza biglietteria  Trecento firme per Cucciago-Fino
La stazione ferroviaria di Cucciago in Valle Mulini

Stazione restaurata ma senza biglietteria

Trecento firme per Cucciago-Fino

La fermata è frequentata da un migliaio di viaggiatori. Pendolari mobilitati: il gestore bar vicino allo scalo è disponibile a vendere i tagliandi

Sono già trecento le firme raccolte per dare alla stazione di Valle Mulini un distributore di biglietti. La piccola fermata ferroviaria tra Fino Mornasco e Cucciago non ha una biglietteria, ma non ha nemmeno un distributore automatico:fare un semplice biglietto di andata e ritorno è impossibile.

E così all’inizio dell’anno i residenti della valle hanno fatto partire una petizione da inoltrare a Trenord (è questa l’azienda che ha la competenza in materia di biglietti, ciò nonostante la linea Chiasso Milano viaggi con Rsi), per dare al vicinissimo bar “Il Mulino” la possibilità di vendere almeno i ticket. Da tempo i volontari sono impegnati per ripulire e riqualificare lo scalo, utilizzato ogni giorno da almeno un migliaio di viaggiatori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA