Tensione a un presidio a Osnago  Auto urta sindacalista di Senna
L'incidente ad Andrea Donegà, di Senna, segretario regionale Fim Cisl. Investito da un amministratore delegato durante un presidio. (Foto by Christian Galimberti)

Tensione a un presidio a Osnago

Auto urta sindacalista di Senna

La vittima è Andrea Donegà, segretario regionale Fim Cisl. La ricostruzione: «Tentava di forzare il blocco e mi è venuto addosso. È stata solo una contusione»

Urtato dall’auto di un amministratore delegato, durante un presidio: a finire a terra, Andrea Donegà, 39 anni, sindacalista di Senna, segretario regionale della Fim Cisl. L’incidente è avvenuto ad Osnago, nel Lecchese. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, un dirigente dell’azienda Voss Fluid avrebbe urtato il sennese: un caso che ha avuto risonanza nazionale. Il presidio, ieri mattina, all’ingresso del capannone, per una vicenda che coinvolge 70 famiglie. L’episodio si è verificato quando sul posto si è presentato l’amministratore delegato, che a bordo della propria auto voleva entrare dal cancello. Lavoratori e sindacalisti gli si sarebbero parati davanti. Ed è in questo frangente che il sindacalista di Senna è rimasto ferito, a causa di un urto con la vettura.

Sul posto, un’ambulanza del 118, per un iniziale codice giallo diventato poi codice verde al momento dell’ingresso all’ospedale di Merate. Per riportare la calma, sono intervenute le forze dell’ordine. Per il 39enne originario di Senna, ad ogni modo, le conseguenze sono state per fortuna limitate.

«È stata solo una contusione, ma perché sono in qualche modo riuscito a spostarmi, a saltare sul cofano, mi ha trovato preparato - ha raccontato a La Provincia di Como nella serata di ieri - Mi ha ha colpito al ginocchio, ma sarebbe potuta andare anche peggio. Comunque l’ho denunciato. Poco prima, era arrivato un consulente che con una manovra spericolata ha rischiato di mettere sotto due donne. Poi è arrivato l’amministratore delegato. Eravamo tutti davanti al cancello, e ha puntato».

«L’azienda - aggiunge - non vuole avviare nessuna discussione e vuole liberare lo stabile entro il 31 dicembre. Hanno mandato un camion a portare via i macchinari. Oggi pomeriggio (ieri, ndr) c’era un incontro con la Provincia e non si sono presentati, il 29 ci sarà un incontro in Regione e hanno detto che non ci saranno. Hanno alzato il tiro con questo tocco. Ci sono dei confini che non si possono superare. L’ho denunciato anche per rispetto di tutte le persone, ha preso me ma poteva succedere a chiunque altro». I colleghi giornalisti de La Provincia di Lecco, ieri, hanno provato a cercare l’amministratore delegato senza riuscire ad avere una replica.

Su quanto avvenuto, il deputato lecchese Gian Mario Fragomeli, Pd, ha presentato un’interrogazione urgente al ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli perché blocchi i licenziamenti della Voss. Donegà, nato a Como, dal novembre 2017 è segretario generale della Fim Cisl Lombardia.

Christian Galimberti


© RIPRODUZIONE RISERVATA