Tentata truffa da 140mila euro  Ma l’azienda “salva” un cliente
L’operazione è stata portata avanti dai detective della Squadra mobile e della Polizia postale di Como

Tentata truffa da 140mila euro

Ma l’azienda “salva” un cliente

Inverigo I banditi traggono in inganno acquirente cinese della società e lo convincono a pagare

Vittime più veloci dei delinquenti. Grazie anche al pronto intervento della polizia, hanno così potuto salvare il cliente e se stessi da una truffa da 140mila euro e consentito alla Procura di aprire un’inchiesta per cercare di dare un nome e un volto a una delle numerose bande di hacker che tentano di avvelenare il sistema economico.

La storia a lieto fine di una clamorosa truffa telematica risale a giovedì scorso e ha, per protagonisti positivi, la Poliform di Inverigo e i detective della squadra mobile e della polizia postale di Como.

Tutto parte da un attacco hacker compiuto ai danni di una società cinese cliente dell’azienda di mobili brianzola. Un attacco che ha consentito ai truffatori di farsi passare per uomini della Poliform e inviare alla società asiatica una mail con la richiesta di pagamento di una fornitura per 140mila euro, fornendo ovviamente i dati di un conto corrente bancario che nulla aveva a che fare con la società di Inverigo.

In gergo si chiama Business Email Compromise Fraud e secondo i dati della Fbi tra l’ottobre 2013 e il dicembre 2016 questa frode è riuscita a mietere qualcosa come 40mila vittime per un danno complessivo di 5,3 miliardi di dollari. Come dire: ogni giorno nel mondo almeno una trentina di aziende vengono depredate grazie allo stratagemma che alla Poliform hanno scoperto e sventato per tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA