«Troppi incidenti a Senna  Serve un autovelox fisso»
Uno dei recenti incidenti in via Rovelli (Foto by Archivio)

«Troppi incidenti a Senna

Serve un autovelox fisso»

Il Comune preoccupato per la strada che affianca la ciclopedonale. Già inoltrata la richiesta alla Provincia. Il sindaco: «Non perdiamo tempo»

Se arriverà il sì alla richiesta del municipio, rischieranno la multa tutti gli automobilisti di passaggio sulla Canturina bis, la strada realizzata negli scorsi anni tra Cucciago e Albate, Como.

Perché ora, a dire basta, è lo stesso Comune di Senna: il sindaco Francesca Curtale è intenzionata ad avere un autovelox stabile a bordo strada come deterrente per la velocità di auto e moto. Per mettersi al riparo da futuri incidenti, su un rettilineo già protagonista di numerose uscite di carreggiata, con i veicoli, di conseguenza, in attraversamento pericoloso sulla pista ciclopedonale a fianco di via Rovelli, tra Senna e la frazione di Navedano.

La goccia capace di far traboccare il vaso della proverbiale pazienza è stato l’undicesimo incidente registrato in tre anni su via Rovelli che, in comune con i precedenti, ha l’uscita di strada di un veicolo con passaggio pericoloso sulla pista usata da podisti, semplici cittadini a passeggio e ciclisti.

L’ultimo era avvenuto il 26 agosto: poco dopo la curva, una Kawasaki 600 Er-6n, persa l’aderenza con l’asfalto, aveva disarcionato il centauro 21enne alla guida, finito contro la staccionata. Per fortuna, senza coinvolgere, né lui né la moto, eventuali persone di passaggio. Perché tra la strada e la pista c’è continuità: non esiste nessuna barriera, se non un paio di strisce colorate e un fondo, per la pista, più visibile in quanto rosso, anziché grigio asfalto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA