Ubriachi e rissa in centro Altro locale chiuso a Cantù
Gli agenti della polizia locale chiudono l’Enjoy di via Rebecchino

Ubriachi e rissa in centro
Altro locale chiuso a Cantù

Sabato sera la polizia locale è intervenuta all’Enjoy: troppi gli alticci e violate le norme anticontagio. Arrestato un extracomunitario che ha resistito agli agenti

Un altro locale chiuso a Cantù per risse, schiamazzi e clienti ubriachi che non rispettano le norme anticontagio, oltre a disturbare la quiete pubblica. Si segnala anche l’arresto di un extracomunitario nell’operazione svoltasi sabato sera all’Enjoy di via Rebecchino.

Poco dopo le 23 due pattuglie sono accorse per un avventore molesto: sul posto hanno scoperto diverse persone ubriache ed è subito scoppiata una rissa. Tra questi violenti è stato isolato un senegalese di 31anni, senza fissa dimora, che ha aggredito gli agenti con calci, gomitate e testate.

È stato quindi portato in camera di sicurezza e domenica si è scoperto, in seguito a ulteriori accertamenti, che aveva precedenti per furto e ingresso irregolare sul territorio nazionale, oltre a una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. Nella mattinata di oggi il senegalese è stato processato per direttissima a Como: è stato condannato a 4 mesi di reclusione, convertiti poi in 120 ore di lavori socialmente utili da svolgere nel Comune di Cantù.

Nel pomeriggio di domenica inoltre gli agenti hanno provveduto a contestare al titolare dell’Enjoy la violazione delle norme anticontagio, con una multa di 800 euro e la chiusura del locale per cinque giorni, ovvero fino al 9 luglio, fatti salvi ulteriori provvedimenti di competenza della Prefettura


© RIPRODUZIONE RISERVATA