Una storia in rosa  Terza presidente  per il Cai di Arosio
La nuova presidente del Cai di Arosio, Emanuela Torricelli

Una storia in rosa

Terza presidente

per il Cai di Arosio

Alpinism oEletta la figlia d’arte Emanuela Torricelli

Tre volte in quarantotto anni di storia. Le “quote rosa” nel Cai Arosio sono una piacevole abitudine.

Che si è rinnovata l’altra sera quando, a reggere il sodalizio, è stata chiamata Emanuela Torricelli. La nuova “reggente” (questo è il ruolo esatto) prende il posto che è stato per due anni di Adriano Longoni, ma soprattutto segue la linea femminile che ha avuto come illustri precedenti Jane Hartley ed Elisabetta Tagliabue. Un trittico di presidentesse che pochissime altre sezioni possono vantare.

«Le “quote rosa” nel Cai Arosio sono una considerevole parte attiva -sottolinea Torricelli -. Sono la terza donna nella vita associativa ad essere eletta presidente dopo la grande Hartley e la mitica Tagliabue».

Hartley è stata la prima a rompere il ghiaccio, in un periodo (una ventina d’anni fa) quando un massimo dirigente donna era una grandissima novità. A favorire la sua ascesa, il grande attivismo in paese che poi l’ha portata anche a ricoprire la carica nella neo nata Pro Loco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA