Vaccino in farmacia, subito boom  «Gli indecisi si fidano di noi»
La farmacia Sant’Agata di Bulgarograsso: da sinistra le dottoresse Anna Luciani, Carola Molteni, Nicoletta Piatti e la titolare Lucina Misenta

Vaccino in farmacia, subito boom

«Gli indecisi si fidano di noi»

Bulgarograsso: tante telefonate dopo l’annuncio che si ci potrà immunizzare alla Sant’Agata.Ambulatorio dedicato, personale preparato ad hoc e spazi»

Le vaccinazioni in farmacia “conquistano” anche gli indecisi. Boom di telefonate alla Farmacia Sant’Agata dopo la notizia che è una delle due strutture pilota nel Comasco – insieme alla farmacia di Breccia - dove partirà entro luglio la prima fase sperimentale delle somministrazioni di vaccini nelle farmacie.

«Siamo tra le 21 farmacie convenzionate aderenti, di cui due nel Comasco, dove da fine luglio partirà la somministrazione dei vaccini. La Regione ha chiesto a Federfarma Lombardia di individuare due farmacie nel Comasco per fare da apripista e ha indicato la Farmacia Sant’Agata di Bulgarograsso e quella di Breccia – spiega la dottoressa Lucina Misenta, titolare della Farmacia Sant’Agata che ha altri tre sedi a Olgiate Comasco (la comunale) Casnate con Bernate e Carugo – I nostri dieci farmacisti in servizio a Bulgarograsso hanno tutti seguito il corso per farmacista vaccinatore; disponiamo di ampi spazi per svolgere questa attività in un ambulatorio dedicato e abbiamo un enorme sostegno da parte del Comune, che ci ha messo a disposizione la protezione civile qualora dovesse servirci».

I primi riscontri alla notizia fanno ben sperare di riuscire a fare breccia anche su coloro che ancora non si sono vaccinati. Un attestato di fiducia da parte dei cittadini nei confronti della farmacia, che si conferma un grande punto di riferimento, ispira sicurezza. «Giovedì abbiamo avuto il telefono rovente, avremo ricevuto almeno una cinquantina di telefonate da parte di persone un po’ di tutte le fasce di età che volevano avere informazioni su come fare per vaccinarsi in farmacia - dichiara Misenta – Mi sono chiesta come mai queste persone che finora non si sono vaccinate vogliano farlo in farmacia. Credo che, oltre alla comodità di non doversi spostare, nella propria farmacia si sentano al sicuro, si fidino dei farmacisti in generale e, nel caso della nostra farmacia, ormai ci conoscano da anni (da 40 anni sono presente in paese) e si sentano tranquilli». (Manuela Clerici)


© RIPRODUZIONE RISERVATA