«Vandali, parchi chiusi già alle 22»  Cantù vuole lo stop anticipato  Che ne pensi? Vota il sondaggio
Effetti del passaggio dei vandali a Villa Calvi

«Vandali, parchi chiusi già alle 22»

Cantù vuole lo stop anticipato

Che ne pensi? Vota il sondaggio

La proposta sarà formalizzata mercoledì prossimo in Giunta dall’assessore Cattaneo. Dai Volontari Civici alla Pro Cantù, da Cantugheder alla Per Cantù: addetti ai lavori tutti d’accordo

Chi organizza eventi, chi cura il verde, le associazioni per il territorio. Tutti d’accordo: meglio chiudere i parchi alle 22 - le dieci di sera - ma, azzarda qualcuno, anche prima, alle 21 o alle 20. Colpa dei vandali e di chi fa irruzione: abbastanza spesso - almeno ogni settimana, di questi tempi - da consigliare all’assessore alla legalità Paolo Cattaneo di proporre in Giunta la chiusura anticipata nelle serate in cui non ci sono eventi.

Sia per il parco di via Roma, dietro Villa Calvi, che per il parco Argenti, in via Dante. Intanto i Volontari Civici sono pronti a lanciare un loro progetto: l’educazione civica partecipata entrerà nelle scuole, tra i ragazzi. Si pensa di regalare posaceneri portatili e di insegnare il valore di ciò che è pubblico. Anche ai vandali.

Danilo Lavizzari, coordinatore dei Volontari Civici, da cittadino, aveva segnalato negli ultimi giorni il problema proprio nel parco di via Roma. È d’accordo con la chiusura alle 22. «Si potrebbe anche chiudere alle 21 - dice - Di giorno, nei parchi e nelle strade vediamo il degrado, dai mozziconi abbandonati in su. Per questo abbiamo proposto un piano al Comune come volontariato civico, sotto la nostra egida, per vedere di risvegliare un po’ di coscienze».

Conosce il problema anche Carlo Prandini, All’unaetrentacinquecirca, il locale live di via Giovanni XXIII coinvolto nella programmazione di Cantugheder, il cartellone di eventi estivi del Comune. «Vista la situazione, vedo la chiusura anticipata come qualcosa di positivo - premette - anzi, si potrebbe chiudere il parco anche alle 20. Quando non ci sono eventi, dopo una certa ora, ci sono soltanto soprattutto persone meno tranquille».

Altri dettagli del dibattito sul giornale in edicola sabato 9 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA