Vertemate piange  la storica tabaccaia

Vertemate piange

la storica tabaccaia

Un malore fatale in cucina per Enrica Introzzi Aveva 78 anni. Domani mattina alle 10.30 il funerale

Quella che si è chiusa per sempre è davvero una pagina della storia del paese, una pagina che di vicende da raccontare ne aveva tante di certo da non poterne dire il numero. Se c’è andata a 78 anni Enrica Introzzi, per oltre sessant’anni dietro il banco del bar tabaccheria di via Carcano.

Per tutti Enrichetta, o anche l’Enrica della Nina. Perché Nina, diminutivo di Florinda, era il nome della zia che per lei, quando era ragazzina, divenne quasi una seconda madre.

O ancora, Enrica del Pustè, ché la posteria, in milanese e in lombardo, era il negozio in cui si vendevano generi alimentari. Quella che è stata la prima vita del locale.

Un’attività lunghissima, la licenza numero uno per la vendita di tabacchi in paese, tanto che solo un paio di mesi fa la Federazione Italiana Tabaccai le aveva conferito un riconoscimento, anche se non aveva potuto partecipare alla cerimonia per qualche acciacco.

I funerali si terranno domani alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di San Pietro e Paolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA