Martedì 24 Novembre 2009

La bellezza è in una serata sul K2


Caro direttore,
bello, e non poteva essere diversamente, il suo fondo sulla bellezza e sugli sproni del Santo Padre affinché essa prevalga nel grigiore della nostra società.
A ben vedere di bellezze, in ogni termine, l’uomo ne è circondato, manca un fattore di condivisione, di trasmissione verso l’altro, verso il prossimo. Ragionavo su questi temi, mentre assistevo venerdì passato alla serata organizzata dalla Nostra Famiglia a Bosisio Parini, protagonista l’alpinista Confortola, anfitrione e moderatore il mitico Pizzul.
Premessa, dopo aver sentito di trans bruciati, frattaglie umane in vendita on-line, amenità politiche varie, avevo bisogno di una boccata d’aria fresca! Pulita! Anche se rarefatta, l’aria del K2, non ha deluso; possiamo assimilare, dobbiamo assimilare ciò tra le bellezze? La natura, le prodezze dell’uomo, le sue gesta, sportive e non, sono bellezze assolute, l’animo dell’uomo, quando opera per il bene comune, è superlativo; i protagonisti della serata, così diversi, ma complementari, nella loro vita hanno esaltato la bellezza, ancorati alle loro origini, ma aperti al mondo: tuttavia entrambi hanno rimarcato, scusandosi per non averlo conosciuto prima, la grandiosità e l’efficenza del contesto di cui erano stati ospiti nella giornata, non è bellezza aiutare il prossimo?
Il problema vero è che le centinaia di persone che partecipano ad eventi simili sappiano trasmettere questa bellezza, questa aria pura nel contesto della loro vita, oppressa da una cappa di smog, i filtri servono a ben poco contro la nullità di certi nostri governanti. Altro che polveri sottili, sono piombi che ci schiacciano al suolo: attendiamo l’evoluzione dei F.A.P.(filtri anti politici).

Luca Cattaneo
Cantù

Caro signor Luca,
grazie per il complimento, ma era alto e forte il tema. E meritava tutto lo spazio dedicato. C’è bisogno di pulizia, soprattutto in Italia. La politica è malata, sta scivolando verso abissi insondabili. E ogni mattina alla lettura dei giornali mi accorgo che anche l’informazione - in primis quella nazionale - ha come minimo un forte raffreddore. Dopo le escort, ecco le prime pagine dedicate ai trans. Nulla di costruttivo, nulla di educativo. Lei mi dice che una serata con Confortola sul K2 è stata una boccata d’aria fresca. Ci credo, anche se per ripulire i pensieri e le idee bisognerebbe andarci, sul K2. E rimanere lì per qualche settimana.

Giorgio Gandola

© riproduzione riservata

Tags