Giovedì 18 Agosto 2011

Il Como ancora non c'è
Sconfitto a Gallarate

GALLARATE - Molto lavoro da fare, e al debutto in campionato mancano quindici giorni. Il Como, battuto 1-0 dalla Gallaratese (serie D, due categorie più in basso), evidenzia ancora molti limiti. Soprattutto in attacco e in difesa, dove mancano peso e personalità. E non è certo il risultato negativo a condizionare il giudizio. L'opinione è abbastanza comune, anche all'interno della società. Ne è convinto Antonio Tesoro, consulente di mercato: «Ci mancano uomini, le punte credo che riusciremo a definirle a due giorni dalla fine del mercato». E pure Ramella non si sottrae: «A questa squadra mancano tre-quattro elementi. Poi saremo competitivi». Tanto possesso palla, ma poca concretezza per il Como nel primo tempo. Filippini è l'unico a provare la conclusione, parata. Debutta Ciotola: parte a destra, ma va un po' meglio a sinistra. Qualche dribbling e poco più. Più attivo Toledo, soprattutto in fase di suggerimento. Continua poi il dubbio su Lewandowski: Ramella lo vede mediano, ma parte trequartista senza impressionare. Meglio nella ripresa, davanti alla difesa, in coppia con Tonetto. E non c'è nemmeno troppa scelta, visto che mancano gli infortunati Miello, Urbano, Ardito, Ambrosini e Romani, mentre Manuali e Scavetta sono dall'altra parte, alla Gallaratese, dove dovrebbero restare in prestito. Spazio nel secondo tempo anche a Rocchiccioli e Presicce in prova. E dopo una parata di Conti su Pietra, ci provano Toledo da fuori e Doumbia di tacco. Gallaratese in vantaggio al 18': fallo di Conti in uscita su Vita, calcio di rigore trasformato da Casiraghi. Traversa di Filippini su punizione, qualche pericolo dalla fasce con Ferrari a sinistra e Doumbia a destra, ma davanti nessuno vede la porta. «Non sono affatto preoccupato - dice Ramella - capita di perdere in precampionato. Bene il primo tempo, ho visto una squadra e dei movimenti. Male la ripresa, con troppe individualità e troppi ragazzi in campo poco abituati ai ritmi della serie C». Tornerà presto a disposizione Walter Zullo: la Nazionale Universitaria è stata sconfitta 1-0 dal Brasile ai quarti di finale delle Universiadi in Cina. L'Italia ora può giocare solo per il quinto posto. 
COMO (4-2-3-1): Giambruno (Conti); Nieddu (Rocchiccioli), Bellitta, Fautario (Nieddu), Som (Ferrari); Tena Tonetto), Lewandowski; Ciotola (Doumbia), Toledo, Filippini (Asiedu); Asiedu (Presicce). All. Ramella.
GALLARATESE (4-4-2): Belenzier; Cattaneo (Monaco), Picco, Canino, Brivio; Fanfoni (Simone), De Filippis (Colli), Brizzi (Casiraghi), Pellegatta (Vita); Pietra (Manuali), Pavanello (Scavetta). All. Caniato.


 

g.valentini

© riproduzione riservata