Lunedì 06 Febbraio 2012

Como, torna la fiducia
Manari: "E' il primo passo"

COMO È tornato il sorriso. Quello che mancava da tempo sulle facce del Como. In fondo è "bastato" fare quello che si sa fare. La forza di una squadra, di un gruppo. Questo è quello che i giocatori del Como hanno sottolineato più di tutto il resto domenica dopo la partita.
«È stato bello, e molto importante per me e per tutta la squadra, che a parlare dell'importanza, dell'unione del gruppo, siano stati i giocatori più grandi di età, i più esperti. Perchè il lavoro che ha fatto questa squadra in queste ultime settimane è stato intenso e partecipato con impegno da tutti quanti. Ma finchè non riuscivamo a tradurlo in risultati, era difficile farlo capire all'esterno. E allora si sentivano critiche e considerazioni che andavano anche al di là delle critiche, giuste, per le prestazioni andate male. Non era giusto, perchè noi abbiamo sempre creduto in quello che stavamo facendo. Questo è un primo passo significativo, possiamo ancora migliorare molto».
Intanto in settimana si lavorerà ancora sul campo sintetico di Bizzarone. Mentre per giovedì pomeriggio è in programma un'amichevole contro il Lugano, allo stadio di Cornaredo. Attese dal giudice sportivo due squalifiche a centrocampo, per Salvi, espulso a Foggia, e Palumbo, ammonito ma arrivato da Monza già diffidato.

l.cavatorta

© riproduzione riservata

Tags