Venerdì 06 Luglio 2012

Como, il mercato decolla
Arriva Ortega (Paraguay)

COMO - Sei nomi nuovi per il Como, trattative molto avanzate in alcuni casi, tutto da definire per altri.
Ma dopo alcuni giorni di silenzio assoluto, il mercato del Como comincia ad animarsi. È ufficiale l'arrivo in comproprietà dal Cagliari di Enrico Verachi, 22 anni, lo scorso anno al Siracusa in Prima divisione: «Verachi ha giocato poco - ammette il direttore sportivo Mauro Gibellini - è un ragazzo introverso, ma è un talento vero: nel 4-2-3-1 può giocare dietro la punta in qualsiasi posizione».
Un'altra trattativa andata a buon fine, quindi, dopo il prestito del portiere Alessandro Micai dal Palermo.
Ma non sono le uniche novità, perché è ormai fatta per il trequartista paraguayano Jorge Ortega, 21 anni, in arrivo da Tacuary: «Ortega se va in porto un bel colpo, perché è un ragazzo ben strutturato e dotato di buona tecnica. Arriverà in prestito, ma voglio inserire un diritto di riscatto: se farà bene, può essere un investimento».
Ed è questo un punto importante, perché oltre ai prestiti annuali, Gibellini vorrebbe arrivare ad accordi di compartecipazione: «Dobbiamo creare una struttura che possa durare e che dia valore al Como. Quindi sì, ci saranno alcuni ragazzi che arriveranno in comproprietà e che potremo quindi avere con noi anche l'anno prossimo».
Uno potrebbe essere Alessandro Scialpi, mezz'ala ventenne del Varese, in cima alla lista di Gibellini: «È un ex nazionale Under 20, un ragazzo con grandi qualità che deve ritrovarsi, perché a Carpi l'anno scorso non ha mai giocato». L'asse con il Varese è confermato anche dall'altro possibile arrivo in prestito, l'esterno basso destro Alex Benvenga, 21 anni, titolare nel Pisa la scorsa stagione. C'è invece ancora da lavorare per i due mediani del Chieti, Stefano Amadio e Lorenzo Del Pinto, 23 e 22 anni, che ritroverebbero mister Silvio Paolucci: «Sono due nomi che potrebbero interessarci».
Per ora quindi sono emersi solo nomi di giocatori giovani e nessuno particolarmente conosciuto. E non è affatto detto che nel corso del mercato saranno annunciati nomi altisonanti: «Vogliamo privilegiare la qualità, indipendentemente dai nomi e dall'età. Preferiremo ragazzi che vogliano arrivare e possibilmente dotati di buona».
Il Como quindi cerca giocatori giovani, possibilmente nati dal '92 in poi, per poter accedere ai contributi della Lega Pro, riservati a chi poi i giovani li fa giocare davvero: «Fortunatamente la questione della fidejussione non ci escluderà. Quindi il progetto va avanti: in questa fase di mercato ci stiamo muovendo per ottenere i migliori elementi del campionato Primavera. Non sono operazioni  facili, perché vorremmo prime scelte e non sempre le grandi squadre le mandano a giocare in Lega Pro».

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags