Bizzi (Como): «Bravi a reagire a ribaltarla e poi a chiuderla»
Il portiere del Como, Bizzi (Foto by Cusa)

Bizzi (Como): «Bravi a reagire
a ribaltarla e poi a chiuderla»

I giocatori del Como dopo il successo col Villafranca. Gentile: «Sono arrabbiato, abbiamo fatto il compitino»

Tornare in porta e prendere un gol dopo trenta secondi non dev’essere stato semplice. E Mirko Bizzi, giovane portiere del Como, fa i complimenti a Fittà, autore del tiro a spiovere che ha portato il Villafranca in vantaggio: «Se è stato voluto, gli dico “bravo”. Ma siamo stati molto bravi anche noi a reagire e a ribaltare la partita già prima dell’intervallo e a chiuderla nel secondo tempo».

Continua quindi spedita la rincorsa al Mantova: «Giocare conoscendo il loro risultato ha messo un po’ di pressione in più. Sarà una lotta non semplice, perché continuano a vincere tutte». Sul dualismo con il collega Tonti, è molto chiaro: «La regola è che va in campo chi merita, una motivazione in più per dare sempre il meglio in allenamento».

Primo rigore sbagliato e terza doppietta stagionale per Federico Gentile, un po’ contrariato per la prova del Como: «Sono arrabbiato, prima di tutto con me stesso, perché abbiamo fatto il “compitino”. Siamo stati anche fortunati a rimanere in superiorità numerica a lungo e abbiamo faticato un po’ troppo: queste sono partite da vincere meglio».

Nessun problema, invece, nel tirare il secondo rigore dopo aver sbagliato il primo: «Giusto che lo tirassi io, ci dobbiamo prendere le nostre responsabilità. Il primo rigore? L’arbitro aveva già richiamato Pape un paio di volte, lo stava curando e per fortuna, dopo il mio tiro sbagliato, c’era Cicconi pronto alla deviazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA