Como, e adesso attenzione alle date E se si cominciasse il 15 settembre?
Il Como è in attesa di sapere dove giocherà e quando comincerà (Foto by Cusa)

Como, e adesso attenzione alle date
E se si cominciasse il 15 settembre?

Dalla serie B in giù sono poche le certezze. Aspettando la categoria degli azzurri, ecco tutte le possibilità

Il grande enigma adesso resta quello dell’inizio dei campionati. Nel giorno in cui comincia la serie A, alle sue spalle c’è veramente il caos più totale. Nessuno, dalla B in giù, ha certezze. Anche perchè ora, oltre al grande numero di situazioni in attesa di verdetti definitivi, si è inserita anche la protesta dell’Associazione calciatori, che paventa lo sciopero, anche in serie C, per protestare contro i mancati ripescaggi.

È veramente difficile, dunque, indicare una data sicura. Sia per la partenza che per i calendari, fissati dalla Lega Pro all’inizio di agosto e già fatti slittare a martedì prossimo, 22 agosto. Data che però a questo punto viene messa ancora in bilico. Perchè ci sono alcune società che attualmente sono iscritte in C ma che chiedono la B, e perchè ci sono situazioni come quella del Como. Tra l’altro anche il Prato, sia pure per un ricorso inoltrato precedentemente alla bocciatura, che il Santarcangelo stanno attendendo risposte dal Tar. E a questo punto la Lega Pro martedì potrebbe arrivare a un altro rinvio, c’è già una data ipotizzata, quella dell’8 settembre. Con conseguente inizio del campionato non prima del 15.

La D cosa farà? Appare probabile a questo punto che anche qui ci possa essere uno slittamento. La data dei calendari era stata genericamente indicata “dopo Ferragosto”. Ma un’indicazione precisa ancora non c’è, e a questo punto potrebbe essere ancora ritardata, dovendo necessariamente legarsi alle vicende delle categorie superiori. Che portano a loro volta conseguenze anche per quanto riguarda i ripescaggi dall’Eccellenza. L’inizio del campionato di serie D era previsto per domenica 2 settembre, e ufficialmente non ha ancora subìto variazioni. Ma la sensazione che anche in questo caso si possa scivolare più in avanti ovviamente c’è.

Poi c’è il discorso mercato, che per la A e la B si è chiuso ieri, la C invece ha una settimana in più, fino al prossimo weekend. Una data fissata proprio in concomitanza con quello che avrebbe dovuto effettivamente essere l’inizio del campionato. E’ probabile però che a chi ancora non sa in che categoria giocherà, quindi ovviamente anche il Como, venga concessa una deroga una volta presa la decisione definitiva. Ma anche questo è ancora un argomento pieno di incertezze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA