Lunedì 26 Maggio 2014

Como, i primi passi

La sede del ritiro e Giosa

Antonio Giosa, il Como vuole tenerlo a tutti i costi FOTO CUSA

C’è voglia di ripartire subito per preparare la nuova stagione. E il presidente PIetro Porro scalpita, almeno sulle questioni primarie da sistemare. Per esempio la scelta definitiva del ritiro.

Sembra a questo punto da escludersi definitivamente il ritorno nella sede dell’anno scorso, a Masen di Giovo. Ci sono due alternative, sempre in Trentino, che saranno visionate di persona dal ds Dolci in queste prossime ore, forse domani.

Ma chi andrà in ritiro con Colella? Ribadito che «nonostante sia apparsa qualche notizia diversa, che tra l’altro abbiamo immediatamente smentito, noi andiamo avanti con Colella e Dolci e siamo assolutamente convinti di questa scelta», Porro ha cominciato anche a fare qualche accenno al mercato. E c’è un nome che gli sta particolarmente a cuore. Non solo a lui, per la verità. Ma proprio a tutti i tifosi. Quello di Giosa.

Che è diventato un punto fermo della squadra, e nelle strategie societarie deve continuare a esserlo anche la prossima stagione. «F aremo di tutto per tenerlo qui. Non dipende solo da noi, lui è della Reggina. Ma faremo tutto il possibile, e contiamo anche sulla sua volontà. Per noi è un giocatore fondamentale e sarà tra le prime cose da sistemare nel nostro mercato».

© riproduzione riservata