Il Como a tutto La Gumina «Bel progetto, sono carico»
Antonino La Gumina al lavoro a Bregnano (Foto by Cusa)

Il Como a tutto La Gumina
«Bel progetto, sono carico»

I primi allenamenti per il nuovo attaccante in prestito dalla Samp

È arrivato anche Antonino La Gumina. L’attaccante da ieri è a tutti gli effetti un giocatore del Como, in prestito per un anno dalla Sampdoria.

«Sono molto carico per questa nuova esperienza, conoscevo già alcuni dei miei nuovi compagni che mi hanno parlato molto bene della società e del progetto», ha detto ieri, giorno in cui si è unito al resto del gruppo cominciando a lavorare sul campo di Bregnano.

La Gumina, palermitano, 25 anni, ha cominciato la sua carriera calcistica crescendo proprio nelle giovanili del Palermo, con cui ha esordito diciottenne in serie A. In B ha poi giocato con la Ternana e sempre con il Palermo, è passato poi in A all’Empoli, dove è rimasto per una stagione e mezza, e dal gennaio 2020 è alla Sampdoria.

Un giocatore dunque di alto livello, che non è però riuscito l’anno scorso a trovare continuità con i blucerchiati. È un attaccante puro, con caratteristiche più da seconda punta, complementari sulla carta a quelle di Cerri, ufficializzato dal Como proprio poche ore prima. Entrambi accomunati dal fatto di arrivare direttamente dalla serie A.

E con questi due affari appena conclusi, che fanno seguito di poco agli ingaggi di Cagnano e dell’altro attaccante Gliozzi, il mercato del Como in entrata potrebbe anche dirsi chiuso.

Nel senso che gli obiettivi, a livello di ruoli, sono stati tutti centrati. È sfumato definitivamente l’interesse per Cedric Gondo, l’attaccante della Lazio con cui il Como aveva trovato già da tempo un accordo, mai concretizzatosi per mancata volontà della società di Lotito. Per questo il dg Charlie Ludi ha scelto di non attendere più e si è buttato su altri profili, senza correre il rischio di rimanere scoperti.

E in questo momento l’organico si può dire al completo, per come era stato prospettato. I quattro attaccanti centrali saranno dunque Cerri, Gliozzi, La Gumina e ovviamente Gabrielloni, con Walker destinato a partire.

E anche per quanto riguarda gli altri reparti, quello che si voleva fare è stato fatto: La Gumina è il dodicesimo nuovo arrivo – tredici, contando il rinnovo del prestito di Peli -, dalla porta fino all’attacco ogni zona del campo è stata rinforzata.

Non è detto però che, se si presentasse qualche opportunità interessante – a livello tecnico e di budget – ancora qualcosa non si possa fare. Non più in attacco a questo punto, ma eventualmente a centrocampo, aggiungendo un elemento in più ai quattro già in organico. Oppure in difesa, dove potrebbe arrivare un altro centrale visto che Crescenzi è sul mercato.

Per quanto riguarda gli esterni bassi, a destra al momento sono in tre, Iovine, Bovolon e Toninelli: e solo nel caso che uno tra Bovolon e Toninelli trovasse un’altra sistemazione si potrebbe pensare a un’alternativa, ma non sono necessariamente due giocatori in partenza per volere della società.

A sinistra ci sono Cagnano e Ioannou, più Allievi che deve recuperare dall’infortunio, il ruolo è dunque coperto.

Sulla lista dei possibili partenti, oltre a Crescenzi, ci sono Dkidak, Zanotti e Walker, per il quale si cercherà un prestito. Non risultano trattative seriamente avviate al momento, ma in queste due settimane si lavorerà per trovare loro una sistemazione. Sinora l’unica uscita è stata quella di Celeghin, ceduto in prestito al Renate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA