Abusivi nei posti riservati Disabile rinuncia al cinema
Il Porsche Cayenne targato Ticino sul posto dei disabili senza averne diritto

Abusivi nei posti riservati
Disabile rinuncia al cinema

Al multisala di Lucino la sera di Santo Stefano auto abusive in tutti i sei posti riservati ai portatori di handicap. Quattro vetture erano italiane, due (una Porsche Cayenne e una Volvo) avevano targa svizzera

Sera di Santo Stefano, in tanti hanno pensato di andare a vedere un bel film al cinema: parcheggio pieno al multisala, tante belle macchine, anche targate Ticino.

Tantissime auto nel parcheggio e tutti i posti disabili, per la precisione 6, occupati da auto, e che auto!, del contrassegno disabili, nemmeno l’ombra. Una fila di auto posteggiate dove non dovevano esserci. Nessuno in servizio che poteva impedire tanta assurda inciviltà.

Il risultato: posti per i disabili, zero, inciviltà a mille. Così, per colpa di una BMW, una Volvo (targata Ticino), due Volkswagen, una Toyota ed una Porsche Cayenne bianca, anch’essa con targa ticinese, la famiglia con un ragazzo portatore di handicap non ha potuto posteggiare e invece che vedere Bohemian Rhapsody è tornato a casa.

Piuttosto che mettersi a discutere, cercare un vigile, un carabiniere o chi, forse, avrebbe potuto fare qualcosa contro tanta dimostrazione di inciviltà e menefreghismo per chi può non essere nelle condizioni di arrivare con le proprie gambe al cinema, la famiglia ha preferito rinunciare.

L’episodio è documentato con foto e un video.


© RIPRODUZIONE RISERVATA