Al Sant’Anna altri due pazienti  Arrivano da Lodi e Piacenza

Al Sant’Anna altri due pazienti

Arrivano da Lodi e Piacenza

Negativo il test sulla pensionata di Solbiate - L’anziano bergamasco è ricoverato in Rianimazione

Ieri sera era atteso il ricovero di altri due pazienti positivi al Coronavirus provenienti da Lodi e da Piacenza.

Nessun nuovo caso comasco dunque ieri in cura all’ospedale Sant’Anna: i contagiati della nostra provincia restano due, una religiosa dell’Erbese e un uomo di 84 anni di Lipomo (ricoverato all’ospedale Manzoni di Lecco, in condizioni che non vengono giudicate gravi).

A ieri sera era dunque questa la fotografia corretta dell’emergenza Cononavirus per la nostra provincia. Il caso di un’anziana di Solbiate che venerdì era stata data per positiva e ricoverata in terapia intensiva all’ospedale è invece stato smentito. La donna, infatti, è ricoverata ma per altre patologie e il tampone era risultato negativo.

La paziente comasca positiva è una suora di 89 anni erbese: l’anziana, che accusava i sintomi tipici del nuovo Coronavirus, era stata portata al Fatebenefratelli di Erba per effettuare il tampone, il risultato positivo era arrivato nella giornata di giovedì. Da Erba era stata trasferita nel reparto di malattie infettive del Sant’Anna, dove si trova tuttora. A quanto risulta, nelle scorse settimane la suora avrebbe fatto volontariato in una residenza per anziani di Codogno e lì sarebbe stata infettata: è da escludere, insomma, ogni legame con l’altro paziente di Lipomo contagiato, che avrebbe invece contratto la Covid-19 entrando in contatto per motivi professionali con un fornitore del Lodigiano. Gli altri due pazienti in cura al Sant’Anna non sono comaschi: risulta infatti essere sempre in gravi condizioni e in prognosi riservata in rianimazione invece il paziente trasportato da Bergamo, anziano e con patologie pregresse. Non desta preoccupazione, invece, il quadro clinico di un giovane di Tradate, che risulta ricoverato nel reparto di Malattie infettive come la religiosa dell’Erbese. È in buone condizioni anche l’uomo di Lipomo che era risultato positivo mercoledì alla Covid-19. Le ottime notizie sono arrivate dai suoi familiari: «Sta bene e in realtà non ha mai avuto grossi problemi anche prima del trasferimento in ospedale per effettuare il tampone. Aveva la febbre, ma nessun problema respiratorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA