Allarme processionaria  Boom di interventi
Gli interventi della protezione civile sono aumentati tantissimo rispetto all’anno scorso

Allarme processionaria

Boom di interventi

Alla Protezione civile di San Fermo sono arrivate già 50 chiamate in tre mesi

con le emergenze vicino a scuole, parchi e marciapiedi

Da una manciata di interventi nel 2020 ai circa 50 degli ultimi tre mesi da parte dei Volontari del Lario di Fino Mornasco, di cui quasi tutti “emergenze” in prossimità di scuole, parchi o marciapiedi.

La presenza della processionaria è letteralmente esplosa, ma é un trend che non riguarda solo gli ultimi mesi, pur colpendo diverse fasce di territorio.

Come ormai noto, si tratta di un insetto altamente distruttivo per alcune specie di conifere, ma anche pericoloso per gli animali e l’uomo, dato che con i suoi peli urticanti che perde per strada, può causare reazioni allergiche e infiammatorie, quindi anche senza il contatto diretto con l’insetto.

Il parametro su cui si misura la presenza è dato dai nidi, che proprio quest’anno sono stati tantissimi nella cintura comasca, ma non solo. «Noi interveniamo in caso di emergenze, quindi presenza di processionaria sui pini di scuole, asili dove giocano i bambini, ma anche marciapiedi e parchi – spiega Ivan Pedroncelli, dei Volontari del Lario – per eliminarle serve ovviamente tutta l’attrezzatura di protezione, quindi non lo può fare chiunque ma solo persone specializzate: questo vale anche per gli spazi privati».

(Daniela Colombo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA