Altro che “amaro”, un grazie a Giuliani  Brunate lo nomina cittadino onorario
L’imprenditore Pippo Giouliani, 78 anni: la “sua” Brunate lo ringrazia

Altro che “amaro”, un grazie a Giuliani

Brunate lo nomina cittadino onorario

Sabato la consegna dell’onorificenza all’imprenditore in consiglio comunale. Il sindaco Bodini: «Il paese vuole premiare così la sua generosità: un caro amico da sempre»

Una cittadinanza onoraria, la prima che il piccolo comune, balcone delle Alpi, conferisce a un uomo che fin da piccolo è sempre stato vicino al paese, Pippo Giuliani, l’imprenditore milanese dell’amaro medicinale, del Bioscalin e di numerosi altri prodotti per la cura di stomaco, intestino, capelli e unghie.

Il nome Giuliani in paese non ricorda solo l’amaro medicinale, rimedio contro la classica sonnolenza dopo una cena non particolarmente sobria, pubblicizzato fin dai tempi di Carosello, ma riporta immediatamente a Pippo e alla bella villa di famiglia che c’è in via Roma, costruita alla fine del primo decennio del secolo, nel pieno della seconda stagione del Liberty italiano.

Ce n’è per scrivere un libro se si mettono insieme i ricordi di quando Giuliani era bambino e viveva a Brunate, come tanti milanesi facevano, o andava all’asilo, qualcuno in paese si ricorda ancora di Pippo il cui nome di battesimo è Giovanni Germano, che oggi ha 78 anni.

Nella sede degli Alpini

Sabato 10 ottobre, alle 11, a Villa Giuliani, che oggi è sede degli Alpini di Brunate e, grazie al proprietario, accoglie diversi eventi organizzati dal Comune, si terrà un consiglio comunale particolare, con un solo punto all’ordine del giorno: il conferimento della cittadinanza onoraria a Giuliani.

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 1 ottobre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA