Brunate, il sindaco si ritrova solo  Si dimettono il vice e l’assessore
Il sindaco Saverio Saffioti è stato eletto un anno fa

Brunate, il sindaco si ritrova solo

Si dimettono il vice e l’assessore

Violetta Benendo e Sergio Baccaglini lasciano per “motivi personali”

Il primo cittadino sorpreso: «Ha pesato la gestione dell’emergenza sanitaria»

La Giunta non solo si spacca, ma si disintegra totalmente. Si dimettono i due assessori, e il sindaco resta solo in Giunta. Con una decisione a sorpresa, nella giornata di ieri, sul tavolo del sindaco Saverio Saffioti sono infatti arrivate quasi contemporaneamente le dimissioni del vicesindaco ed assessore Violetta Bedendo e dell’assessore Sergio Baccaglini.

A poco più di un anno dalla loro elezione i due assessori hanno rassegnato le dimissioni, ma non escono dal consiglio comunale. Sorpreso lo stesso primo cittadino, che prende tempo per esaminare la situazione e verificare i passi successivi. «Mi dispiace per quello che è successo, stimo entrambi gli assessori uscenti – ha commentato il sindaco Saffioti con “La Provincia” – le dimissioni sono state rassegnate per motivi personali e arrivano dopo un periodo davvero difficile per tutti. Credo che la situazione che abbiamo vissuto e la gestione dell’emergenza sanitaria abbiano influito su queste conclusioni. La settimana prossima prenderò le mie decisioni, per il momento stiamo lavorando con molte soddisfazioni per il centro estivo, i bambini e le famiglie sono molto soddisfatte, anche questa esperienza è qualcosa legata al periodo di lockdown e nella contentezza dei bambini e dei ragazzi c’è la forza per andare avanti». (Paola Mascolo)

L’articolo completo su La Provincia di venerdì 10 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA