Brunate piange l’ex sindaco  «Una vita da protagonista»
Francesco Bianchi Fetuccia

Brunate piange l’ex sindaco

«Una vita da protagonista»

Francesco Bianchi Fetuccia aveva 80 anni: guidò il paese per quattro anni Attivo nell’associazionismo

Un uomo cordiale, affabile, energico e sempre presente per il paese, così Brunate con grande affetto saluta un suo ex sindaco e uomo che ha dato tanto ai bambini ed agli adulti di Brunate. Ieri Francesco Bianchi Fetuccia è andato metaforicamente sulla montagna più alta, tra la musica di cui è sempre stato appassionato ed i canti alpini. Aveva compiuto 80 anni in primavera, la sua salute era già stata messa a dura prova più volte, e lui aveva superato le prove, sembrava, come diceva lui, “invincibile”.

Molto attivo nell’ambito dell’associazionismo, fece parte del Cao Como, fondò il Cab (coro alpino Brunatese), ricoprì la carica di presidente della Pro loco, volle organizzare con attenzione la festa patronale di Sant’Andrea, si attivò molto nella politica locale: consigliere, assessore e poi sindaco dal 23 aprile 1995 al 13 giugno 1999. Suo papà Camillo, anche lui fu sindaco di Brunate dal 1964 al 1970 e per un anno dal 1959 al 1960.

Un uomo per cui i cittadini hanno sempre avuto stima ed amicizia.

Il funerale di Francesco Bianchi Fetuccia si terrà doman nella parrocchiale di Sant’Andrea


© RIPRODUZIONE RISERVATA