Cernobbio, parcometri aumentati   Un’ora costa un euro, polemiche

Cernobbio, parcometri aumentati

Un’ora costa un euro, polemiche

La minoranza critica: «Avete avvisato i commercianti della novità e non noi»

Avere maggiori dettagli sulle modifiche dei parcheggi e delle tariffe degli abbonamenti per la sosta a Cernobbio.

I consiglieri Paolo Furgoni e Emilia Bianchi, della lista “Con Noi per Cernobbio” hanno presentato un documento urgente alla maggioranza a seguito di una lettera inviata dal Comune ai commercianti per informarli della nuova regolamentazione delle aree a pagamento, ma anche per chiedere il loro contributo in vista del nuovo incarico per la gestione e il controllo dei parcometri che partirà a luglio.

Furgoni e Bianchi, nell’interrogazione presentata in consiglio comunale, hanno spiegato di aver appreso le novità mezzo stampa e di essere stati contattati da molti cernobbiesi che: «hanno manifestato preoccupazione in merito alle variazioni che si stanno verificando in relazione a costi e disposizioni sulle aree di sosta territoriali».

Da gennaio l’amministrazione ha aumentato del 10% gli abbonamenti annuali e le nuove tariffe approvate nelle aree di sosta a pagamento regolate con parchimetro sono: mezzora 0,20 euro (invariata) e un’ora 1 euro (uniformando alla stessa cifra tutte le aree a pagamento della città).

Il Comune nelle ultime settimane ha anche rivisto e integrato alcune aree di parcheggio come, ad esempio, in via Cinque Giornate dove 7 posti bianchi sono diventati blu, in viale Matteotti (sotto il ponte della Galleria) 8 posti auto blu sono diventati gialli e sono stati destinati ai residenti. Nelle aree di pagamento di piazza Bellinzaghi, piazza Partigiani, via Garibaldi, via Erba, via Regina (Parco Besana) e via Volta la sosta è stata fissata a massimo tre ore, mentre in via Regina (zona farmacia – bar sport) a massimo 2 ore per agevolare la rotazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA