Cernobbio rivoluzione a scuola  Addio zaini pesanti e aule senza banchi
A scuola in ciabatte e senza zaini: avviata la sperimentazione

Cernobbio rivoluzione a scuola

Addio zaini pesanti e aule senza banchi

CernobbioLa novità alla primaria di Campo Solare

Non più i singoli banchi ma un tavolo dove i bambini imparano in gruppo, niente zaini pesanti ma leggere borse, un quaderno per tutti i compiti e tutti in classe in ciabatte. Alla scuola primaria di Campo Solare di Cernobbio la scuola “Senza Zaino” è ormai una realtà. Un progetto che ha visto la partecipazione anche dei genitori che si sono messi all’opera per preparare la aule dei propri figli.

Il nuovo metodo didattico, che coinvolge le prime tre classi (la prima, la seconda e le due terze), prevede un nuovo modo di andare a scuola che vuole sviluppare l’autonomia del bambino, partendo dall’architettura dell’aula.

Si tratta di una sperimentazione nata nel 2002 in Toscana e la scuola di Campo Solare è la prima nel comasco con circa 80 bambini coinvolti. «Durante l’estate la scuola è stata riqualificata per rispondere alle esigenze del nuovo metodo – spiega Claudia Crotti, referente di Campo Solare e vice preside dell’istituto comprensivo -. Ci siamo messi tutti all’opera, noi insegnanti, i genitori, gli ex alunni. Un grazie a tutti quelli che ci hanno creduto e che ci hanno dato il loro supporto, come l’amministrazione comunale e la preside».

Il metodo senza zaino, infatti, prevede una disposizione particolare degli arredi. Non solo la sostituzione dei banchi con un tavolo più grande, ma anche la dotazione di schedari, computer, giochi, libri, materiali per scrivere e disegnare, strumenti didattici per le varie discipline e materiali di cancelleria. Si tratta di elementi studiati per un apprendimento efficace che si basa sul metodo dell’approccio globale al curricolo, che si fonda su elementi come l’autonomia degli alunni, la cooperazione tra docenti e la partecipazione dei genitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA