Cinquemila comaschi dal Papa Il vescovo: «Una risposta eccezionale»
Sabato l’incontro dei comaschi con Papa Francesco

Cinquemila comaschi dal Papa
Il vescovo: «Una risposta eccezionale»

Una trentina di gruppi parrocchiali partiranno dalla nostra Diocesi. Presenzieranno alla messa che sarà celebrata dal pontefice sabato pomeriggio al parco

«Una risposta che va oltre le aspettative - ha detto il vescovo Oscar Cantoni riferendosi alle quasi 5mila persone che dalla diocesi di Como si recheranno all’incontro con papa Francesco a Monza questo sabato, per la messa delle 15 al parco, uno dei momenti più attesi della fitta agenda milanese di papa Bergoglio.

«È molto bello che la nostra diocesi di Como abbia accolto con tanto slancio l’invito a essere presenti alla Santa Messa celebrata dal Santo Padre a Monza, in occasione della sua visita alle Chiese di Milano e dell’intera Lombardia. È davvero un bel segno di partecipazione ecclesiale». Ha commentato il vescovo monsignor Oscar Cantoni.

«Chi sarà presente a Monza rappresenterà un’avanguardia dell’intera diocesi. Per questo è importante che la partecipazione a questo evento venga inserita nel cammino pastorale ordinario. Mi aspetto che sia occasione per riprendere l’approfondimento dell’insegnamento di papa Francesco – continua monsignor Cantoni – e di utilizzare questo tempo di Quaresima per approfondire e meditare il testo della “Evangelii gaudium” - la prima esortazione apostolica promulgata da papa Francesco il 24 novembre 2013. - Mi piacerebbe che l’incontro con il Papa riaccendesse entusiasmo in questa direzione e divenisse anche occasione per delle proposte concrete da inserire nella normale attività pastorale delle nostre parrocchie».

Rinnovare e rendere concreta questa sollecitazione è «una testimonianza bella di amore per il Papa – conclude il Vescovo –. Un modo per far arrivare al Santo Padre, da parte nostra, un gesto concreto di vicinanza e condivisione del suo stile e delle sue proposte».

La nostra diocesi ha espresso un numero di partecipati significativo con una trentina di gruppi parrocchiali e vicariali, comaschi e valtellinesi, in partenza dalla Diocesi di Como direzione Monza. Gli iscritti arrivano a sfiorare quota 5mila, suddivisi in 160 gruppi, ognuno con un proprio referente, e provengono dalle parrocchie di ben 26 vicariati su un totale diocesano di 31. È interessante sottolineare che alcuni vicariati come Lomazzo, Lipomo e Valle d’Intelvi si sono accordati per andare dal Papa insieme e non come singole parrocchie. Dice di un nuovo saper mettere insieme competenze, energie e disponibilità per predisporre al meglio la giornata, significa una positiva capacità di collaborazione.

Da Como partiranno in 570, da Mandello in 338, da Fino Mornasco in 330, da Olgiate Comasco 326. Da Lipomo partiranno in 269, Lomazzo 190, Rebbio 162, Cermenate 145, Uggiate 122, Monteolimpino 121, Cittiglio 100, Bellagio 83, Gravedona 78, Cernobbio 64, Menaggio 45, Torno 11, oltre ad un folto gruppo del Collegio Gallio di Como.

A questi si aggiungono numerosi membri delle comunità migranti presenti nella città di Como, in particolare i gruppi di San Salvador in 59, Ucraina in 29, Sri Lanka in 34 e Ghana 17.

Sono una cinquantina i sacerdoti che accompagnano i gruppi e la metà di loro siederà nel settore dei concelebranti. Il vescovo Oscar Cantoni parteciperà anche al mattino, in Duomo, all’incontro previsto con i sacerdoti e i membri di vita consacrata. Con lui, alla cerimonia delle 15 a Monza, saranno il vescovo emerito Diego Coletti e l’arcivescovo emerito di Ancona-Osimo Franco Festorazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA