Comunali nel Comasco  Sorprese a Casnate  e ribaltone a Lambrugo  Il VIDEO di Lipomo
La soddisfazione di Giuliano Capuano di Montorfano (al centro) dopo l’esito elettorale (Bartesaghi)

Comunali nel Comasco

Sorprese a Casnate

e ribaltone a Lambrugo

Il VIDEO di Lipomo

Vittorie dei sindaci uscenti a Lipomo, Montorfano e Turate

Squadra che si vince non si cambia. Sembra essere questa la morale della consultazione amministrativa che ha coinvolto 10 dei 148 comuni della provincia di Como.

Conferme nettissime, infatti, per i sindaci uscenti. A Lipomo, Alessio Cantaluppi ha avuto ragione di Uniti per Lipomo e della Lista di Laura Comollo che faceva riferimento alla Lega di Salvini. Una vittoria netta, in tutte le sezioni. Altrettanto significativa l’affermazione di Giuliano Capuano di Montorfano con oltre il 68 per cento delle preferenze espresse e di Alberto Olaeri di Turate: la sua lista civica con un lusinghiero 55 per cento ha avuto ragione sia dei Democratici che della lista di centrodestra.

Ad Asso vittoria di Tiziano Aceti di Rinnoviamo Asso mentre Campione d’Italia ha scelto il commercialista Roberto Canesi. A Plesio vittoria di Celestino Pedrazzini mentre a Valsolda ha vinto Laura Romanò de La Nuova Valsolda. A Domaso, Pietro Angelo Leggeri è riuscito a superare il quorum, unico avversario visto che la sua era l’unica lista in corsa. Anche in questo caso si tratta del sindaco uscente.

Le maggiori sorprese sono arrivate da Casnate con Bernate. A vincere, al termine di una competizione con cinque liste, è stata Anna Celestina Seregni, che guidava una lista civica a suo nome e che ha avuto ragione dei candidati che godevano dei favori del pronostico alla vigilia, ovvero Filippo Ballatore e Alberto Magistro, reduce da cinque anni all’opposizione.

Ribaltone anche a Lambrugo, dove Giuseppe Costanzo - sindaco uscente sfiduciato un anno e mezzo fa dal suo gruppo - si era riproposto. Ha perso contro Andrea Sala che guidava la lista nella quale c’erano i dissidenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA