«E ora non chiamateci più Bronx»  La “rivincita” delle scuole di Fino
Le scuole di Fino Mornasco si sono trasformate in un’eccellenza del paese

«E ora non chiamateci più Bronx»

La “rivincita” delle scuole di Fino

Il provveditore ha scelto proprio il grande istituto comprensivo per inaugurare l’anno L’orgoglio dei dirigenti e del sindaco

Le scuole di Fino Mornasco non sono più il Bronx. L’istituto comprensivo sta cercando di voltare pagina e cancellare il marchio che si trascina addosso da tempo. Ovvero lo stereotipo della scuola difficile, che cerca di insegnare in un contesto sociale complicato. Non è un caso che per inaugurare l’anno scolastico lunedì mattina il provveditore di Como Roberto Proietto abbia scelto proprio questa scuola.

«Io lavoro qui da tanti anni e il Bronx l’ho vissuto – ha spiegato Nadia Mortoni, storica vice preside, alla massima autorità scolastica di Como – abbiamo dovuto affrontare tante situazioni spinose».

«Vero, ma è vero anche che da qualche anno qui c’è un gruppo di persone che ci crede – ha detto Giuseppe Napoli, il sindaco di Fino Mornasco, sempre durante la cerimonia d’apertura dell’anno scolastico – genitori e volontari che si spendono per sistemare le scuole e renderle più belle. L’altro giorno un bambino indicando un muro mi ha detto “L’ha fatto il mio papà”. »

I dettagli su La Provincia in edicola mercoledì 14 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA