Fino, l’attentato contro il bar  È stata una bomba carta
I danni causati dallo scoppio alla vetrina del locale

Fino, l’attentato contro il bar

È stata una bomba carta

L’ordigno probabilmente lanciato da un’auto in corsa

Indagini in corso per risalire ad autori e movente

È stata una bomba carta a danneggiare l’altra notte il bar “Al via vai” a Socco di Fino, una bomba, peraltro, di potenza discreta e preparata da una mano esperta. È quanto emerge dai primi accertamenti svolti dai carabinieri sotto l’egida della Procura della Repubblica, seriamente intenzionata a chiarire quanti più dettagli e contorni possibili di un attentato compiuto in un territorio al centro, in tempi tutt’altro che remoti, anche degli interessi della criminalità organizzata.

I titolari del bar hanno già formalizzato regolare denuncia. Al lavoro da un tempo relativamente breve (il locale è stato inaugurato appena la scorsa primavera), hanno verbalizzato davanti ai militari di non avere ricevuto mai alcun tipo di minaccia, né di essere a conoscenza di contrasti o dispute astrattamente riconducibili all’episodio. I

n queste ore i carabinieri stanno passando al setaccio tutti i sistemi di videosorveglianza della zona, nella speranza che qualche telecamera abbia intercettato qualche movimento, e che da essi possano trarsi indicazioni utili: un numero di targa, il modello di un veicolo, un capo di abbigliamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA