«Forza Dino, non mollare»  Fino tifa per Francescucci
Arduino Francescucci durante i festeggiamenti con la famiglia del suo 70° compleanno all’Ottagono di Fino

«Forza Dino, non mollare»

Fino tifa per Francescucci

Sui social messaggi di vicinanza al presidente della Polisportiva ricoverato in gravi condizioni. Fermi, presidente del Consiglio regionale: «È una roccia, si rimetterà»

«Forza Dino». Per incoraggiare Arduino Francescucci, lo storico presidente settantenne della Polisportiva finese trasportato in emergenza mercoledì prima al Sant’Anna e poi al Valduce, sono piovuti ovunque messaggi di affetto e di stima.

Decine e decine di semplici cittadini, di conoscenti, di sportivi e di amministratori, letta la preoccupante notizia hanno voluto dimostrargli tutta la loro vicinanza, nella speranza abbia la forza di riprendersi.

«Noi tutti gli siamo vicini – dice il sindaco di Fino Mornasco Giuseppe Napoli - siamo vicini ai figli, alla moglie che ho sentito ieri mattina, Dino per tutta la comunità è un grande amico».

«È una roccia – Alessandro Fermi, il presidente del consiglio della Regione Lombardia, ieri ha visitato Arduino in ospedale – si rimetterà». «Combattente qual è supererà anche questa crisi, tifiamo per lui» così Paolo Clerici, il sindaco di Cadorago, paese dove da anni abita Francescucci.

Sì perché il nome del dirigente sportivo delle ginnaste della Polisportiva è certo legato a Fino Mornasco, sede della società, in realtà però ci sono squadre di giovani atlete che si allenano anche nei Comuni limitrofi.

«Spero non sia così grave - commenta Erika Fasana, la più rappresentativa delle campionesse della Polisportiva - Arduino vincerà anche questa sfida».

© RIPRODUZIONE RISERVATA