Funicolare ferma e cantieri stradali  La città è piombata nel caos
Ressa per salire sulla navetta sostitutiva in piazza De Gasperi e raggiungere Brunate (Foto by butti)

Funicolare ferma e cantieri stradali

La città è piombata nel caos

Ritardi cronici e lavori di asfaltatura, un delirio viaggiare - Da Brunate un mini bus ogni mezz’ora: decine di turisti e residenti costretti a piedi

Un mini bus ogni mezz’ora per sostituire una funicolare che fino all’altro ieri, nelle ore di punta, partiva ogni quarto d’ora. Treni per Milano - sulla linea da San Giovanni - in atavico e quotidiano ritardo. Cantieri stradali che spuntano alla riapertura delle scuole (ne diamo conto nell’articolo a lato). Andare a scuola o al lavoro, per i comaschi, è un’impresa quotidiana. In questi giorni ancora più ardua.

Il caso più incredibile è quello del servizio navetta che sostituisce la funicolare Como-Brunate, chiusa da lunedì (per tre settimane) per lavori di manutenzione straordinaria. Un mini-bus che può ospitare una trentina di passeggeri al massimo (contro le 80 della funicolare) ieri garantiva - si fa per dire - nelle ore di punta il viaggio da e verso Como ogni mezz’ora. Il risultato è che già alle 7 del mattino, alla fermata di Brunate, c’erano più persone di quante potevano entrare nel bus e almeno una trentina di passeggeri ha dovuto aspettare il mezzo successivo, mezz’ora dopo, pieno pure quello. Con conseguente arrivo in ritardo a scuola o al lavoro.

Stessa scena - anche se leggermente meno problematica - al ritorno verso Brunate alla pausa pranzo e nel tardo pomeriggio. E siccome piove sempre sul bagnato nel tardo pomeriggio un bus sostitutivo ha pure fuso il motore, arrivato a Garzola.

Oggi la scena si sarebbe ripetuta senza alcun correttivo: per fortuna non dovrebbe essere così, visto che alla fine è stata decisa l’aggiunta di un bus supplementare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA