Funicolare rovente? C’è la tenda
Ma così sparisce il panorama

Rimedi “casalinghi” sulle carrozze per ridurre il disagio - Controlli della polizia locale in città per evitare tuffi in presenza di divieto

Funicolare rovente? C’è la tenda Ma così sparisce il panorama
Turisti accaldati scendono dalla funicolare con il vetro panoramico oscurato
(Foto di butti)

Temperature insopportabili, gli addetti alla funicolare sono costretti a correre ai ripari, oscurando il vetro panoramico delle carrozze.

Già all’inizio del mese la funicolare per Brunate si era attrezzata installando pellicole nere anti sole, rimedio a tutela dei passeggeri che, negli ultimi giorni, è stato esteso anche alle vetrate da cui si gode di uno splendido panorama sul lago e sulla città.

La vista non è del tutto compromessa, certo sembra di ammirare il lago indossando degli occhiali da sole. L’intervento comunque non è risolutivo. In cabina non si respira, i viaggiatori scendono madidi di sudore, manca da sempre un vero impianto di condizionamento.

Sempre in tema di caldo afoso, da segnalare che ieri in città gli agenti della polizia locale hanno battuto il lungo lago, soprattutto nella zona di villa Geno e di villa Olmo, intimando ai turisti e ai visitatori di non gettarsi in acqua. Niente tuffi in luoghi che sono già stati teatro di eventi tragici, come nel caso di viale Geno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True