«Grandate, altro che ampliamento  La stazione è una discarica»
Rifiuti intorno alla stazione (Foto by Sergio Baccilieri)

«Grandate, altro che ampliamento

La stazione è una discarica»

I pendolari segnalano il degrado intorno al cantiere dello scalo: «Rifiuti, topi e gente sospetta: nessuno fa nulla nonostante le segnalazioni»

Proseguono i lavori per riqualificare la stazione di Grandate Breccia, ma tutta l’area resta prigioniera del degrado. I pendolari, stufi, denunciano l’abbandono della fermata alle porte di Como.

Ad aprile sono partiti i cantieri per rendere più bella e confortevole la stazione grandatese; di recente sono iniziati anche gli scavi per costruire un sottopassaggio ciclo pedonale per collegare il parcheggio ai binari.

Il paradosso per chi tutte le mattine e tutte le sere sale e scende dal treno è che nonostante questo investimento la zona è immersa nel più completo degrado. «Topi, atti osceni, rifiuti dappertutto, basta, siamo stanchi» racconta Marcella Donnemma, una pendolare –

«La stazione di Grandate è diventata invivibile. Da qualche mese, se possibile, la situazione è perfino peggiorata. Nel parcheggio lato Como ci sono sacchi della spazzatura che marciscono da settimane, elettrodomestici abbandonati, ogni giorno si vendono pantegane».

E aggiunge: «Ieri scendendo dall’auto una mi è passata tra i piedi. Lo stabile abbandonato, l’ex trattoria Nord, è una discarica a cielo aperto, ci si può trovare di tutto, poltrone e motorini. Non bastasse il luogo è il centro di frequentazioni non proprio raccomandabili».

Altri dettagli sul giornale in edicola domenica 3 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA