Grandate, rientra e scopre i ladri  Ma loro scappano con il bottino
La zona di via Monti, dove si è verificato uno dei furti

Grandate, rientra e scopre i ladri

Ma loro scappano con il bottino

Colpo in via Monti all’ora di cena: nella villetta non c’era nessuno

Ladri in azione in via Monti nella serata di venerdì. E senza neppure attendere che si facesse troppo tardi. L’orario, infatti, è quello ormai classico dei furti: dopo le 19, quando scende la sera ed ora viene buio, i ladri si intrufolano nelle case e “lavorano” alacremente mettendo a soqquadro le abitazioni e portando via quel che ritengono appetitoso.

Un copione ben conosciuto. In via Monti, in una casetta in cui abita una famiglia con figli già grandi e la nonna, l’allarme è scattato dopo le 20.30, quando uno dei ragazzi è rientrato in casa. Gli altri componenti della famiglia non c’erano.

Il ragazzo, sentendo dei rumori che non avrebbe dovuto udire perché in casa non dovevano esserci nessuno, ha capito che qualcosa non andava e che la nella sua abitazione erano entrati i ladri, così ha subito allertato i Carabinieri. In men che non si dica, però, i ladri hanno a loro volta intuito di essere stati sorpresi e sono scappati dalla finestra. Un classico.

La casa è stata ritrovata in uno stato di confusione e disordine demoralizzante, i cassetti tutti aperti e con il contenuto rovesciato a terra un caos che deprime, che fa rabbia e che spaventa. Nella zona è attivo un sistema di controllo del vicinato, ma tra i vicini nessuno si è accorto di quel che stava accadendo ad ora di cena, uno dei momenti più gettonati dai ladri per mettere a segno i furti


© RIPRODUZIONE RISERVATA