Il Giro tinge di rosa i monumenti   Dal Tempio Voltiano a Camerlata
Il passaggio del Giro d’Italia a Camerlata nel 2012

Il Giro tinge di rosa i monumenti

Dal Tempio Voltiano a Camerlata

Martedì il via alle iniziative legate alla tappa comasca della corsa

Il sindaco: «Bella occasione, ma sarà una sfida difficile per la viabilità»

A maggio arriva il Giro e la città si accende di rosa. A 102 giorni dall’arrivo del giro d’Italia numero 102 (per la precisione martedì 29 gennaio alle 18.30), un fascio di luce rosa illuminerà il Tempio Voltiano e altri due fasci dello stesso colore con una potenza di 7mila volt punteranno verso Villa Olmo e Villa Geno. Questa iniziativa suggerita da Rcs è sostenuta dal Comune e dalla Fondazione Volta. Non solo, grazie al Consorzio Como turistica anche la fontana di Camerlata risplenderà di rosa. Anche le tante altre città italiane dove passerà la carovana dei ciclisti illumineranno di rosa i loro simboli più famosi.

«Dobbiamo crederci – ha detto ieri il sindaco Mario Landriscina – Questa secondo me è la strada giusta che la nostra città deve prendere. La bici, la mobilità sostenibile, il grande evento, lo sport e il turismo. È una bella occasione, certo sarà una sfida difficile da gestire, quel giorno si vota e la viabilità sarà sotto pressione. Ma se saremo bravi tutti vincerà Como». Sotto la lente ci sono proprio i possibili problemi legati alla viabilità: il 26 maggio i seggi sono aperti per le elezioni europee, a Cernobbio è in programma il concorso d’eleganza e l’intenzione di Palazzo Cernezzi è quella di condividere con i Comuni della cintura dove passerà il Giro l’organizzazione della manifestazione potenziando i percorsi alternativi e l’utilizzo dei mezzi pubblici. Traffico a parte per Como il Giro può diventare una festa. «Il Giro a Como manca da 32 anni – ha ricordato l’assessore al turismo e alla cultura Simona Rossotti – il 26 maggio la nostra città ospiterà questa manifestazione che come motto ha “l’amore infinito”».

«È un evento straordinario e molto popolare – ha commentato l’assessore allo sport Marco Galli – che speriamo ci riserverà tanta gioia e non solo qualche difficoltà. Villa Olmo diventerà a maggio il quartier generale del Giro». Per il 14 febbraio nel giorno di San Valentino sono previste altre iniziative per rilanciare e pubblicizzare l’arrivo del Giro. Hanno partecipato alla presentazione anche il presidente della Fondazione Volta Luca Levrini e il presidente del Consorzio Como turistica Daniele Brunati, felici entrambi di confermare il sostegno alla manifestazione. In vista del 26 maggio sono allo studio dell’organizzazione altri possibili eventi collaterali, l’arrivo di una bicicletta originale appartenuta a Fausto Coppi e una mostra sulle auto ammiraglie delle squadre di ciclismo.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA