Il Tar: «Abusivo il golf di Luisago»   E i terreni passeranno al Comune
Un’immagine del golf di Luisago: ora il futuro dell’area è incerto

Il Tar: «Abusivo il golf di Luisago»

E i terreni passeranno al Comune

La sentenza impone alcune demolizioni, ma è possibile un ricorso al Consiglio di Stato

Brutte notizie per il golf di Luisago, di via Alla Cava, dopo la sentenza emessa dal Tar di Milano lo scorso 13 marzo e pubblicata il 25 che ha dato ragione al Comune di Luisago, respingendo il ricorso presentato da Acropolis Immobiliare s.r.l. e Golf Acropolis per l’annullamento dell’ordinanza che imponeva la demolizione di alcuni arredi all’interno della struttura.

Non è ancora detta l’ultima parola, visto che i proprietari del golf avranno ancora oltre trenta giorni di tempo per presentare un ulteriore ricorso al Consiglio di Stato, ma se non lo faranno, il Comune acquisirà le aree interessate, quindi 4.409 metri quadrati di verde.

Una lotta iniziata nel 2006, chiusa con sentenza positiva in favore del golf ma riaperta a dicembre 2017, quando il Comune di Luisago ha emesso un’ordinanza a carico del golf con la quale ha imposto la demolizione degli arredi considerati abusivi. Per il Comune si tratterebbe di abusi macroscopici come giardini, collegamenti, piazzole con le buche, inoltre i costruttori non hanno, come pattuito, completato la strada a servizio dell’area.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola sabato 13 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA