Ingegnere di Cernobbio  nella zone terremotate
Uno dei sopralluoghi degli ingegneri sulle case colpite dal sisma per verificarne la stabilità

Ingegnere di Cernobbio

nella zone terremotate

Marco Fasana a pochi chilometri da Amatrice Ha risposto all’appello lanciato dalla Protezione civile «Un contributo per verificare lo stato delle abitazioni»

C’è anche un ingegnere di Cernobbio nelle squadre di tecnici e esperti abilitati per le verifiche di agibilità nelle zone colpite dal terremoto in Centro Italia. Marco Fasana, 44 anni, è da poco rientrato da una settimana di accertamenti nella zona di Foligno, a pochi chilometri da Amatrice.

Un’esperienza importante dal punto di vista professionale ma ancor di più da quello umano come racconta l’ingegnere meccanico: «Molte famiglie ci aspettavano per sentirsi dire da noi che la loro casa era sicura e che potevano restarci».

Fasana ha risposto a un appello lanciato dalla Protezione Civile agli ordini professionali. La macchina dei soccorsi, infatti, prevede anche l’attività di persone qualificate che possano dare il proprio contributo per verificare lo stato di edifici pubblici e privati, per garantire la sicurezza di chi sta vivendo in zone colpite dal sisma o nelle aree limitrofe e che potrebbero essere soggette a nuove scosse. E se dovessero richiamarlo, è pronto a ripartire.

I dettagli su La Provincia in edicola mercoledì 12 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA