Isola che c’è, tra diritti
e città a misura d’uomo

Presentata la manifestazione delle relazioni e delle economie solidali

Isola che c’è, tra diritti e città a misura d’uomo

Torna la Fiera dell’Isola che c’è, manifestazione provinciale delle relazioni e delle economie solidali. La manifestazione, che si tiene sabato 17 e domenica 18 settembre al parco comunale di Villa Guardia, è stata presentata ieri. Tante le novità per l’edizione numero 13, che si arricchisce ancora di più di incontri, dibattiti e divertimento per grandi e piccini; quasi 200 gli espositori, che per il secondo anno consecutivo saranno disposti in piazze tematiche - cibo, ambiente, benessere, capitale sociale, cultura e mestieri - per agevolare il percorso dei visitatori.

I due temi cardine di quest’anno saranno “la bellezza delle differenze per i diritti di tutti” e “la mobilità sostenibile contro l’inquinamento” e a lato della manifestazione, per la prima volta, sarà anche organizzata una biciclettata per raggiungere la manifestazione pedalando.

«Nel mondo di oggi c’è un grande bisogno di relazioni e di stare insieme - spiega Martino Villani, direttore del Csv -, di momenti di confronto ce ne saranno molti e la particolarità positiva di questa edizione è che i dibattiti proposti dalle associazioni saranno molto più legati all’attualità rispetto agli anni passati». Beni confiscati alla mafia, disagio mentale, questioni e diritti di coppia, lavoro: le due giornate di fiera saranno interamente dedicate ad offrire uno sguardo approfondito sul mondo di oggi e su come si può fare per miglioralo, mostrando esempi concreti e positivi provenienti dal territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}