La mamma ai funerali di Alfonso  «Il mio cuore rotto in mille pezzi»
Il lancio di palloncini bianchi e azzurri sul sagrato della chiesa

La mamma ai funerali di Alfonso

«Il mio cuore rotto in mille pezzi»

Fino Mornasco La lettera: «Pensavo di proteggerti da tutto, ero orgogliosa di te Ora sei un angelo». Le sorelle: «Brilli nel cielo, per sempre»

«Alfò, sei un angelo nel cielo». Fino Mornasco ieri pomeriggio ha dato l’ultimo saluto ad Alfonso Tolone, il giovane scomparso a soli 19 anni nel tragico incidente di Guanzate.

È stata una cerimonia partecipata e commossa, colorata di musica e di ricordi, per raccontare la vita di un ragazzo sorridente, senza arrendersi alla morte.

L’ha voluto tutta la sua famiglia, unita e coraggiosa.

«Dolcissimo amore mio – queste parole, lette dal pulpito della chiesa di Santo Stefano da una parente, sono state scritte dalla mamma Rita – il mio cuore si è rotto in mille pezzi. Io credevo di poterti proteggere. Era orgogliosa di te, eri una roccia, tanto forte che quando mi hanno detto che non ce l’avevi fatta io non ci ho creduto. Oggi niente ha più senso per me, so solo che un giorno ti ritroverò»

«Ci mancano i tuoi occhi, la tua voce – hanno detto le sorelel e le cugine – ci manchi tu, tu che aveva sempre un sorriso per tutti. Il tuo compito speciale adesso è brillare nel cielo».

Il ricordo di Alfonso su La Provincia in edicola mercoledì 19 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA